I MILLE VOLTI DEL PLISSE’

Buongiorno!
Quest’oggi per inaugurare il blog vi vado a parlare di una delle mie passioni, viaggiare, unita alla mia passione per la moda, che mi portano in giro per l’Italia a caccia di mostre su abiti scintillanti creati da grandi stilisti. Di recente ho avuto la fortuna di partecipare ad un seminario organizzato dalla fondazione Capucci sita in Firenze. La materia delle lezioni riguardava il “plissé”: la sua storia, come crearlo e riprodurlo. In effetti da profana ho sempre creduto che il plissé avesse come unica forma quella classica a fisarmonica che si vede in giro, ma ovviamente mi sbagliavo.

Ho avuto l’opportunità di conoscere degli artigiani locali, grandi maestri del plissé (e credo siano rimasti in pochi), anche perché il processo di creazione e lavorazione è piuttosto elaborato, e beh! devo dire che lì mi si è aperto un mondo.

Vengono sparsi sul tavolo da lavoro, una miriade di tessuti con colori e forme di plissé differenti, davvero da rimanere a bocca aperta

IMG_3657

IMG_3706

IMG_3695

IMG_3680

IMG_3670

IMG_3703

Fantastici no? Essi vengono realizzati a partire da cartoncini che vengono “graffiati” in modo tale da renderene più facile la piegatura

IMG_3846

Il lavoro che viene svolto è poi simile a quello della creazione di un origami, e chi ha mai provato a farli sa che ci vuole molta pazienza!
Il cartoncino viene tutto piegato seguendo le forme della precedente graffiatura.

IMG_3847

Questo è il risultato. Il cartoncino viene poi utilizzato per dare forma al tessuto che si vuole plissettare o in questo caso il pellame.

IMG_3848

Ed ecco la pezza di pelle tutta bella plissettata. Sembra un gioco da ragazzi? Non lo è!
Ho avuto modo di “tentare” di realizzare il mio plissé personale, partendo da un foglio di carta.

IMG_3850

Ed ecco il risultato dopo aver “accartocciato” il mio foglio di carta, ovviamente la carta non ha necessità di essere graffiata poiché essendo più sottile è anche molto più facile piegarla.

Ci hanno fatto realizzare due fogli di carta piegati alla stessa maniera con forma e misure identiche in modo tale da poter posizionare la pezza di stoffa all’interno delle due

IMG_3851

La pezza è poi stata chiusa in modo tale da poterla stirare, per poter creare attraverso il calore del ferro da stiro le pieghe.

IMG_3852

Ta-daaan! Ed ecco il risultato :D che ne pensate? Non male per non averlo mai fatto!

IMG_3853

Beh! che dire? È stata un’esperienza davvero unica e spero di avervi trasmesso un po’ della mia emozione nell’entrare in questo mondo