Gucci Museo: assolutamente si!

Buongiorno! Oggi, rimanendo in tema di visite, vorrei raccontarvi di quella fatta al Gucci museo, che si trova a Firenze (a quanto pare Firenze è molto fornita!).

Beh anche questa è una visita assolutamente da mettere nel calendario!

La struttura che lo ospita è molto ampia, e si presenta quasi come se fosse un hotel a 5 stelle, è infatti dotata di ristorante e bar personali (che spettacolo!).

La prima cosa che si incontra entrando (a parte il personale molto cordiale che mi ha fatto un’introduzione al contenuto del museo), è un’affascinante Cadillac Seville del 1979, realizzata da Aldo Gucci (uno dei tre figli di Guccio Gucci) in collaborazione con Cadillac.

Devo dire, una macchina davvero lussuosa (ho un amore personale per le auto, e questa è davvero ben rifinita e dettagliata)

gucci4

gucci3

Purtroppo le immagini sono prese da internet poiché all’interno del museo è vietato scattare foto (anche se secondo me sarebbe bello se anche le persone che non hanno la possibilità di spostarsi, potessero vedere queste meraviglie). E comunque chi invece avesse la possibilità di farlo dovrebbe assolutamente farci un salto, perché ovviamente dal vivo è tutto un altro effetto.

Salendo poi al primo piano suddiviso in diverse stanze, si può incontrare la sala denominata “FLORA” .

Si chiama così per la presenza (su abiti e foulard) del motivo Flora.

“E’ il 1966 quando la principessa Grace, accompagnata dal marito Ranieri, principe di monaco, visita il negozio Gucci di Milano.

Rodolfo Gucci decide di donarle il più bel foulard floreale che si possa immaginare e chiede al famoso illustratore Vittorio Accornero di realizzare per lei un disegno originale.

Nasce così Flora: nove bouquet di fiori delle quattro stagioni, con bacche, farfalle, libellule e insetti vari, creando così un’illustrazione multicolore.

Flora rinasce ad ogni stagione, accostata ad altri simboli Gucci, compare su abiti, borse, accessori, gioielli e quant’altro; Fino ad ispirare il nome di uno dei profumi più celebri della maison”.

Si sale poi al piano superiore del museo, la stanza si presenta tutta buia, ma, all’improvviso, delle luci soffuse illuminano in sequenza le varie borsette icona create negli anni. Queste si illuminano una ad una, permettendo di leggere la breve descrizione sottostante. (davvero una bella idea).

gucci6

Altra sala importante è quella “EVENING”

La sala, come la precedente, si presenta illuminata da una luce soffusa. Ogni abito è illuminato per evidenziarne le rifiniture. Gli abiti qui esposti sono tutti abiti creati per il red carpet.

Primo fra tutti quello utilizzato da Blake Lively per la presentazione del nuovo profumo Gucci Première.

gucci8

gucci9

Altri abiti presenti:

gucci10

Nelle altre sale sono presenti un’altra miriade di abiti ed accessori firmati Gucci.

se volete qui sotto posto l’indirizzo del museo Gucci!

http://www.guccimuseo.com/it/museo/Visita-il-Museo

Conclusioni: ASSOLUTAMENTE da visitare.